MONUMENTI

Monumento dedicato ai barcaroli di Porto Santo e il Monumento delle scoperte

Il Monumento dedicato ai barcaroli di Porto Santo Molti fra gli skipper e marinai della “Maria Cristina” sono ancora in vita. Questi uomini condussero una dura vita, lottando contro il mare, aiutando ad espandere ed interrompere l’isolamento di Porto Santo, salvando vite e soccorrendo gente dalla fame. A tutti questi uomini, ai loro discendenti e a tutti gli abitanti dell’isola di Porto Santo e Madeira è stato dedicato questo monumento in ricordo della storia dei loro eredi. Il Monumento delle scoperte è volgarmente noto come il "Pau de Sabão” è formato da una sezione quadrangolare e imponente, dove in ogni lato si trovano rilievi allusivi alle scoperte dell’epoca dell’Infante Henrique. Inaugurato il 28 agosto 1960, il Monumento alle Scoperte è opera di Antonio Aragão e si trova presso l’Alameda do Infante.

Cappella della Madonna della Grazia e Forte di San Giuseppe

La Cappella della Madonna della Grazie è uno dei più antichi templi di Porto Santo, che risale alla prima metà del 1533. Nel 1812 venne però distrutto e fu ricostruito solamente nel 1951 ed è strettamente legato alla storia dell’isola, in cui vi si rifugiarono molti dei suoi abitanti per sfuggire alla persecuzione dei pirati. L’antico Forte di San Giuseppe si trova sulla parte alta della città ed è formato da una linea di 8 piccoli cannoni di ferro, che una volta servivano per difendere l’isola. la sua costruzione ha subito profondi cambiamenti dagli inizi del XVII secolo e, a partire dal XX secolo, il Forte è divenuto poi proprietà privata.

Chiesa Madre e Palazzo Municipale

Uno dei principali monumenti di Porto Santo è la Chiesa Madre, anche chiamata Chiesa della Madonna della Pietà situata presso il largo Pelourinho, in pieno centro città. Questa chiesa fu per varie volte incendiata da pirati e corsati approdati sullìisola, ma oggi conserva ancora al suo interno altari e dipinti bellissimi, opera di martim Conrado e Max Romer, la cui bellezza artistica richiama l’attenzione di tutti coloro che visitano il tempio. Proprio nel centro della città di Vila Baleira sorge il palazzo Municipale, chiamato anche “Casa Comunale” ed ha la particolarità di essere stato un’antica prigione. L’origine della sua edificazione rimonta al lontano XVI secolo e, nonostante abbia già subito delle alterazioni strutturali con lo scopo di renderlo più funzionale, mantiene ancora il suo fascino di un tempo.

Mulini a vento

Il paesaggio dell’isola di Porto Santo è caratterizzato dalla comparsa dei tradizionali mulini a vento. Dal rilievo particolarmente basso, l’isola è molto esposta al vento di tutti i quadranti. I mulini a Porto Santo sorsero principalmente per la macinatura dei cereali, necessaria alla fabbricazione del pane. Il primo mulino a vento fu costruito nel 1794 e fu l’opera più grandiosa che si realizzò a Porto Santo durante il XVIII secolo. Alcuni anni dopo, Porto Santo possedeva un aspetto già molto pittoresco, con innumerevoli mulini in legno e con vele rotanti, alcuni dei quali si mantengono tutt’oggi attivi.